Pialla manuale: tipologie, caratteristiche e affilatura

Pialla manuale: tipologie, caratteristiche e affilatura

Lavorare il legno non è un'impresa facile. E' necessario acquisire tanta dimestichezza ed esperienza, conoscere le proprietà e le caratteristiche del legno da lavorare, l'orientamento della fibratura, la durezza, la flessibilità, i nodi, le fessure e possedere attrezzi professionali.

Quindi imparare a effettuare una piallatura nel modo migliore è possibile solo se si uniscono conoscenza del materiale, utensili e attrezzature ad hoc e tanta tanta esperienza.

 

Tipologie di pialla:

Esistono in commercio differenti tipologie di pialle, le quali si differenziano principalmente in 3 categorie. Nel dettaglio abbiamo:

  • le pialle per rendere le superfici di lavoro lisce e uniformi. In questa categoria possiamo trovare diverse sottocategorie:
    • pialle per sgrossare (da 25 cm a 35 cm) con filo tagliente leggermente convesso per eliminare grosse porzioni di legno;
    • pialle a finire, per lavori di finitura, con filo diritto e spigoli smussati;
    • il piallone (da 65cm a 75 cm) per superfici in legno di grandi dimensioni;
    • pialle da bottai, per superfici di lavoro curve come ad esempio tini e botti;
    • pialle a registro, in metallo con viti di registro, per regolare sporgenze di lama e aperture della feritoia;
  • le sponderuole per eseguire incastri, modanature e battenti;
  • gli incorsatoi per realizzare cornici e modanature direttamente sul bordo del pezzo.

 

Come utilizzare una pialla?

Una pialla manuale per il legno deve essere tenuta saldamente con due mani e con movimento armonioso, imprimere la stessa pressione sulla superficie di lavoro.

Le lame della pialla devono essere affilate per poter eseguire perfettamente il lavoro.

 

Come affilare le lame?

Per affilarle è possibile farlo manualmente utilizzando le pietre. Queste possono essere di due tipologie:

  • ad acqua
  • ad olio

Su una superficie piana stendere prima un pezzo di stoffa e poi la pietra in modo tale da impedirla di scivolare. Questa tecnica prevede l'esecuzione dell'operazione in più mandate per un risultato perfetto, passando progressivamente da smerigliatura più grande (pietra a grana 800-1200) fino a smerigliatura più fine (pietra a grana 4000-8000). Partire dall'estremità del coltello. Una volta lavorato bene il filo passare al bisello. Qui l'angolo di inclinazione deve essere all'incirca di 30°. Per completare l'operazione è necessario effettuare un passaggio con il cuoio. 

 

Tooltarget offre un nuovo servizio, da acquistare direttamente online: l'affilatura professionale di lame circolari HM, lame per seghe a nastro e qualsiasi altro utensile in HM e diamante policristallino. Clicca qui per accedere al servizio di affilatura lame.  
Per richieste particolari inviare una email a info@tooltarget.com