Messa in posa del parquet prefinito: strumenti e procedimento

Messa in posa del parquet prefinito: strumenti e procedimento

Sempre più persone decidono di optare per il parquet, soprattutto nella zona notte, per via dell’eleganza e della raffinatezza che questo materiale sprigiona. 
I costi però sono molto elevati e si tende ad acquistare, tra le diverse tipologie di parquet, il prefinito, così da poterlo posare senza l’ausilio degli addetti. Esso è formato da listoni di due strati: uno inferiore, composto da legno poco pregiato, e uno superiore, composto da legno pregiato, levigato e verniciato.


Come eseguire la messa in posa del parquet per ottenere un risultato ottimale?


Occorrente necessario:

  • Listoni di parquet prefinito
  • Materassino poliuretanico
  • Colla vinilica
  • Mazzuola di gomma
  • Seghetto alternativo
  • Metro
  • Nastro adesivo
  • Squadra
     

Procedimento:

Il parquet prefinito deve essere posato sul pavimento preesistente, eliminando così i costi per la rimozione. Il metodo utilizzato maggiormente è chiamato posa flottante.
Questo metodo consiste nel stendere un particolare materassino di materiale poliuretanico dallo spessore di 2 mm che fungerà da isolante acustico.
Su questo tappetino si poseranno i listoni del parquet, partendo preferibilmente dalla parete più lunga e lasciando un centimetro circa dalle pareti laterali per via della possibile dilatazione termica. I listoni hanno su un lato una fresatura e sull’altro l’elemento sporgente, che andrà a incastrarsi nella fresatura del pannello successivo. Spennellare uno strato di colla sulla parte superiore della sporgenza, così da aderire meglio. Utilizzare una mazzuola in gomma per garantire un incastro omogeneo, martellando delicatamente sugli incastri.
Procedere all’incastro di un pannello, uno dopo l'altro, fino a completa copertura del pavimento. Le parti terminali dovranno essere tagliare con un seghetto alternativo.
A questo punto procedere con l'applicazione del battiscopa. Esistono due tipologie di fissaggio: con viti e tasselli o con colla. La prima soluzione è più funzionale se un giorno si avrà voglia di installare un altro battiscopa; la seconda invece, è più estetica per via dell’assenza di quei fastidiosi chiodini visibili a occhio nudo.


ToolTarget offre tantissime tipologie di punte per trapani che consentono di avere la massima precisione nella foratura. Chiedete il massimo dal vostro investimento ottimizzando la produzione e rendendola più celere, visitando il nostro catalogo online sul sito.

ToolTarget: la scelta personalizzata a ogni vostra esigenza.