Come scegliere il giusto trapano

Come scegliere il giusto trapano

Il trapano, utensile utilizzato per eseguire fori, fu inventato nel 1889, per opera di Arthur James Arnot e William Blanch Brain.

Oggi in commercio esistono differenti tipologie di trapani. Per compiere la giusta scelta bisogna prendere in considerazione alcune variabili.

Innanzitutto la potenza, che deve essere sufficiente al lavoro da compiere mentre la velocità deve poter essere regolabile a seconda del materiale che si deve lavorare. Infatti, il numero di giri aumenta se il materiale da trattare è il legno mentre diminuisce se a essere lavorato è il metallo.

Altro fattore da prendere in considerazione è l’impugnatura, che deve essere ergonomica, i comandi devono essere facili da raggiungere e il peso deve essere ben bilanciato.

Inoltre tutti i nuovi modelli di trapano hanno la peculiarità di essere reversibili, cioè possono ruotare in entrambi i lati. Questa caratteristica è molto apprezzata per chi compie lavori di avvitatura o nell’eventualità che la punta resti incastrata nel materiale che si sta lavorando.

Altro punto da prendere in considerazione quando si vuole acquistare un trapano è quello di controllare il mandrino, ovvero quel dispositivo atto a stringere la punta e a collegarlo al trapano. Esistono due tipologie di mandrini: autoserrante e a cremagliera. La prima è la tipologia più utilizzata per via della sua praticità.

Leggi anche l'articolo "Guida alla scelta delle giuste punte per trapano" per scegliere la punta adatta e ottenere un lavoro impeccabile.

ToolTarget vi offre tantissime tipologie di mandrini CNC che consentono di avere il massimo rendimento. Per il vostro investimento, ottimizzate la produzione rendendola più celere. Visitate il nostro sito.

ToolTarget: la scelta personalizzata per ogni vostra esigenza.